Diventa un’artista dello strobing!

Questo nuovo metodo di contouring semplifica notevolmente i passaggi. Senza utilizzare diverse tonalità, questa tecnica di make-up propone  per valorizzare i lineamenti. Il risultato? Un aspetto naturale e semplicemente meraviglioso!

Pensavate che il contouring fosse il non-plus-ultra delle tecniche di make-up? Ebbene, ora ha un concorrente agguerrito: lo strobing. Si tratta di una tecnica basata sugli stessi principi, ma non utilizza il bronzer. L’obiettivo è quello di valorizzare i lineamenti del viso, attraverso i giusti punti luce, con l’uso dell’illuminante, senza ricorrere a tonalità più scure. Rivelerete il meglio di voi, in modo assolutamente naturale!

Il vantaggio maggiore dello strobing è indubbiamente la semplificazione dei passaggi. Basta solo aggiungere un pizzico di luce ad aree specifiche del viso, per ottenere un risultato fresco e luminoso!

Vi consigliamo, innanzitutto, di individuare la forma del vostro viso e le caratteristiche che desiderate sottolineare. È molto importante non confondere l’illuminante con il correttore. Non illuminate mai le aree da correggere, perché otterreste l’effetto opposto.

1. I consigli per diventare un’artista dello strobing

Le 7 aree principali su cui applicare l’illuminante sono diverse e dipendono dal risultato che volete ottenere:

  1. Il centro della fronte, per enfatizzare e creare dimensione.
  2. L’arco sopraccigliare, per rendere gli occhi più grandi.
  3. La parte superiore degli zigomi, per stilizzare il viso e cancellare i segni della stanchezza.
  4. L’attaccatura del naso, per donargli un aspetto sottile e dritto.
  5. Il mento, per una maggior definizione dei lineamenti.
  6. L’arco di Cupido, sul labbro superiore, per donare alle labbra un aspetto più pieno.
  7. L’area dell’angolo interno degli occhi.

2. Gli illuminanti migliori per lo strobing

Quando scegliete l’illuminante, dovreste sempre prendere in considerazione il vostro tipo di pelle. Se avete la pelle secca, optate per una formula in crema o uno stick. Potreste, ad esempio, utilizzare il Se la pelle è grassa, scegliete, invece, un illuminante in polvere. Una tattica alternativa in questo caso, consiste nell’utilizzare comunque una formula in crema, per poi fissarla con la polvere.

Gli illuminanti, usati insieme al blush, donano alle guance un colorito rosa naturale. Se scegliete un illuminante con pigmenti bronze, aggiungerete un pizzico di radiosità estiva!

Il consiglio furbo… Lo stick, come il Duo ultra illuminante “effetto strobing” Mark di Avon è pratico, perfetto da portare sempre in borsa, per ritoccare il vostro look quando volete!

 3. Le celebrità che credono già nell’efficacia dello strobing

Kendall Jenner, Gigi Hadid e Taylor Swift sono le fan numero 1 di questa tecnica. Le celebrità amano il look naturale, quindi sono fedeli seguaci dello strobing: basta dare un’occhiata ai loro social network, per constatare quanto siano esperte di questa tecnica!  Il segreto? L’uso della luce naturale: l’illuminante riflette la luce che mette in evidenza le diverse aree del viso. Utilizzate un illuminante per evitare di dare al viso una dimensione lineare, piatta e abbinatelo a un fondotinta leggero e a un buon idratante, per donare alla pelle un aspetto pieno e vitale. È un dato di fatto: tutte noi siamo alla ricerca di una tecnica semplice, che non alteri troppo i lineamenti del viso, ma che li valorizzi, donando alla pelle un aspetto riposato. Se anche voi non amate un aspetto artefatto, ma non siete ancora convinte dello strobing, vi assicuriamo che i risultati di questa tecnica vi faranno cambiare subito idea!  L’illuminante diventerà la vostra bacchetta magica!