A caccia della combinazione giusta: fondotinta liquido o in polvere?

Immaginavi nei panni di James Bond. Come vi piacerebbe il Martini? Agitato o mescolato? …Un dilemma simile a quello delle donne alla ricerca del fondotinta perfetto: liquido, in polvere o cremoso finitura in polvere? Vi sarete trovate sicuramente ad analizzare tutte possibili alternative, esaminando minuziosamente le differenze, per individuare quello che meglio si intona al vostro incarnato. E poi, come trovare la tonalità giusta? È più facile di quanto possiate immaginare: ecco, quindi, qualche indizio su come individuare il fondotinta perfetto.

1. Qual è il fondotinta migliore?

Non esistono alcuni prodotti migliori di altri. Negli ultimi anni, le formule si sono evolute e sono notevolmente migliorate. Dobbiamo, quindi chiederci quali sono quelle che funzionano meglio sulla nostra pelle e quali agiscono in sinergia in modo efficace. Prima di scegliere la texture, però, è importante individuare il tono della pelle.

2. Cosa sono i sottotoni?

Quante di noi si sono trovate nella situazione di aver finito il fondotinta e di averlo chiesto in prestito all’amica? Non importa la qualità del marchio: sicuramente avremo trovato qualcosa di strano e ci saremo chieste: “Perché quella tonalità di fondotinta che è perfetta per la mia amica, su di me fa un effetto maschera? Cosa c’è di sbagliato in me?”.

Non c’è assolutamente niente di sbagliato in voi, né nella vostra carnagione! Probabilmente avete prestato attenzione soltanto al vostro tono di pelle (chiarissimo, da medio a chiaro, medio, da medio/scuro a scuro), senza considerare i sottotoni. Nessun problema! Ora vediamo insieme di cosa si tratta.

Pensate alla vostra pelle come a un cappotto semi-trasparente, che ha un proprio tono in superficie, ma c’è di più: il sottotono. È il colore che passa attraverso la pelle dagli strati più profondi e ne influenza la tonalità generale.

È il colore che passa attraverso la pelle dagli strati più profondi e ne influenza la tonalità generale.

Può essere rosa/rosato (detto anche “freddo”), neutro o dorato (ovvero “caldo”). I sottotoni rosa rendono la carnagione leggermente bluastra o rossiccia. Quelli dorati hanno a riflessi gialli, giallastri o pesca. Quelli neutri si posizionano nel mezzo.

Torniamo un attimo al fondotinta della vostra amica: se i suoi sottotoni sono rosati e i vostri sono dorati, ne deriverà una scelta sbagliata della tonalità! Come individuare il sottotono? Osservate la parte interna del braccio, in corrispondenza del polso. Se le vene hanno un colore bluastro, il vostro sottotono si posiziona all’interno dello spettro dei toni freddi; se le vene sono piuttosto verdastre, allora il sottotono è caldo. Se incontrate qualche difficoltà a distinguere il colore delle vene, allora significa che il vostro sottotono è neutro.

Ora avete a disposizione tutte le informazioni per scegliere la tonalità perfetta, individuando la combinazione tra il tono e i sottotoni della vostra pelle.

3. In polvere o liquido?

Diamo, adesso, un’occhiata ai diversi tipi di texture. Come regola, se avete la pelle grassa o mista, scegliete un formato in polvere compatta, come la Cipria compatta finitura mat Flawless Avon True, che una finitura mat e vellutata, anche se non troppo opacizzante (per evitare il look da geisha giapponese!)

Adorerete le ultime formule a disposizione sul mercato, caratterizzate da una consistenza leggera: contengono pigmenti perlacei, che riflettono naturalmente la luce, per illuminare anche la pelle più opaca e nascondere le imperfezioni.

Consiglio del make-up artist: applicate la polvere su una base fluida, per prolungarne la durata.

I fondotinta liquidi sono perfetti per la pelle secca o matura (con il tempo, la pelle diventa più secca). Si sfumano più facilmente e consentono maggiori possibilità di copertura personalizzata. Questo significa che potete applicare una maggior quantità di prodotto, senza creare l’indesiderato effetto maschera. Ecco perché abbiamo provato il Fondotinta liquido Flawless Avon True Colour, e abbiamo ottenuto risultati meravigliosi: la pelle risulta idratata e radiosa!

E che dire della formula cremosa finitura in polvere? Questa innovativa tipologia di formula unisce i vantaggi della crema e della polvere in un unico prodotto, facile da applicare. Questo make-up dalla consistenza solida si trasforma in crema durante l’applicazione. Pochi secondi dopo, grazie al naturale calore corporeo, l’acqua evapora, creando la finitura in polvere. Questa formula consente di ottenere una copertura da media e piena, riduce al minimo l’aspetto dei pori, per un colore a lunga tenuta, proprio come il Fondotinta cremoso finitura in polvere Flawless Avon True, un prodotto 3-in-1, che è fondotinta, correttore e cipria.

4. E per le imperfezioni evidenti?

I fondotinta sono importanti, ma hanno bisogno di un partner cruciale! Optate per i correttori, come lo Stick correttore Flawless Avon True. Applicate il correttore sulle occhiaie o sulle imperfezioni, quindi coprite con il fondotinta che avete scelto, per una carnagione dal tono uniforme. Consiglio per il correttore giusto: sceglietelo di una o due tonalità più chiare rispetto alla vostra carnagione.