Brillante… come lei! Dalle donne, per le donne

Siete tra quelle che l’8 marzo escono a festeggiare con le amiche?

L’8 marzo è indubbiamente un’occasione per fare festa, ma soprattutto per ricordare le faticose conquiste delle donne, in tema di emancipazione sociale, economica e politica! Non possiamo dimenticare, poi, in questa giornata, le discriminazioni e le violenze di cui tante donne, purtroppo, ancora oggi continuano a essere vittime, spesso indifese.

Un’origine storica, con connotati leggendari, vuole che i primi di marzo del 1908 le operaie di un’industria tessile di New York, cominciarono a scioperare per le loro condizioni lavorative estreme. Lo sciopero si protrasse fino a quando, l’8 marzo, il proprietario della fabbrica barricò le uscite della fabbrica, imprigionando le operaie. Poco dopo si sviluppò un incendio, in cui persero la vita 126 operaie.

Questo accaduto ha dato simbolicamente il via alla celebrazione internazionale della giornata della donna.

Oggi sono milioni le ragazze e le donne in tutto il mondo che non hanno la possibilità di realizzare i loro sogni, per ragioni economiche, sociali e politiche o semplicemente solo perché sono donne. Già… Nonostante queste situazioni difficili, tante giovani donne coraggiose si adoperano per abbattere le barriere della paura, rompendo gli stereotipi e lottando per le cause che amano difendere e per gli obiettivi che desiderano raggiungere. E così contribuiscono a rendere il mondo migliore per altre donne, per l’intera società.

Anche Avon gioca un ruolo importante in questa realtà al femminile: con oltre 6 milioni di Presentatrici, come azienda di maggior rilievo nella difesa delle cause che riguardano le donne, il cuore di Avon batte oltre la bellezza, per creare un vero e proprio tessuto sociale di donne che interagiscono tra loro con empatia, in tutto il mondo!

Abbiamo intervistato alcune donne che hanno avuto il coraggio di cambiare, il coraggio di far sentire la propria voce, il coraggio di abbattere gli ostacoli dei pregiudizi, il coraggio di lottare per ottenere condizioni di vita migliori per sé e per altre donne…

A loro abbiamo chiesto di inviare a tutte le donne un messaggio di speranza, prendendo spunto dalla loro esperienza personale, per capire come ci si può impegnare per “fare davvero la differenza”.

Queste donne decise ci invitano a sfidarci e, allo stesso tempo, a prenderci cura di noi stesse, a dare voce ai nostri pensieri, senza nutrire timori nella condivisione del nostro modo di essere. Ci suggeriscono di appoggiarci alle amiche nei momenti difficili. Ci dicono che è importante individuare qualcosa che ci faccia davvero felici e desiderare raggiungere la nostra meta con tutte le nostre energie.

È più facile, infatti, puntare a un obiettivo quando ci si impegna per una passione ed è più facile anche trovare tempo e spazio da dedicare a quest’attività. Avevate mai riflettuto su questo punto? Probabilmente non ci avevate mai pensato, ma, in altre parole, significa lavorare duro per qualcosa che ci interessa, metterci in gioco, trovare il piacere nel raggiungimento del nostro traguardo, esplorare campi sconosciuti e, soprattutto, credere in noi stesse!

Non dubitate mai del valore unico di ciò che siete, pensate e rappresentate, della vostra capacità di cambiare il mondo, anche nel vostro piccolo, per ottenere il meglio per voi stesse e per le altre donne.

Paura di sbagliare? È naturale e spesso ci inibisce, ma impariamo a essere consapevoli che… non averci nemmeno provato è ancora peggio!

L’unione fa la forza: ecco un altro motto delle donne che abbiamo intervistato per voi! Agire insieme per un obiettivo comune avrà un impatto maggiore sul risultato: la nostra voce è più forte, se ci uniamo in coro!

La pensano così anche le cantanti Caroline Hjelt e Aino Jawo, del duo svedese Icona Pop (ricordate il successo della loro “I love it”, nel 2012?).

Caroline e Aino hanno collaborato con Avon nella creazione di “All my girls”, una canzone ispirata alla realizzazione delle donne, alla solidarietà e a tutto ciò che le ragazze e le donne sono capaci di affrontare insieme e che permette loro di diventare più forti.

“All My Girls” è un inno alla solidarietà femminile, all’autostima e al coraggio delle donne che si mettono in gioco per realizzare i loro sogni, sostenendo a loro volta altre donne, per raggiungere il successo!
Dobbiamo essere consapevoli che insieme siamo inarrestabili, insieme possiamo puntare sempre più in alto!

In concomitanza con “All my Girls”, Avon promuove il movimento #Stand4Her, proprio per celebrare il coraggio di tante giovani donne e sostenerle, affinché possano diventare chi desiderano essere. Un movimento per supportare tante giovani donne ambiziose, capaci unirsi per sfidare le barriere sociali e rendere migliore la realtà in cui tutti viviamo! Per saperne di più #Stand4Her

Vediamo insieme, allora, perché è importante che le donne collaborino e si sostengano a vicenda…

Possiamo affermare di vivere in un mondo in cui le donne sono molto competitive tra loro. La società, purtroppo, ci incoraggia a essere rivali su diversi aspetti, quali un corpo perfetto, il compagno attraente, il successo al lavoro, i viaggi più entusiasmanti e molti altri… Dovremmo imparare ad allontanare queste idee ed essere sempre più convinte che il nostro punto di forza è la nostra unione, non la nostra competitività!

Sappiamo che la mancanza di supporto, la frapposizione di ostacoli alle altre persone, in generale, spesso provengono dalla debolezza, dalla paura e, soprattutto, dalla mancanza di fiducia in noi stesse.

Ebbene sì: la causa della nostra rivalità al femminile ha origine spesso nella scarsa autostima. Capita, infatti, che, non avendo un sufficiente grado di fiducia, vogliamo dimostrare alle altre di essere migliori e questo genera un comportamento aggressivo, che scatena una reazione simile nelle nostre interlocutrici!
Si produce, così un circolo vizioso, un meccanismo di difesa, per cui miriamo a sottrarre a un’amica (o chi si credeva… essere un’amica!) o a una collega quella caratteristica che vorremmo tanto possedere noi!

Non è difficile concludere, tuttavia, che convivere con attriti e tensioni non ci rende migliori delle nostre antagoniste!
Il nostro caloroso consiglio, quindi, è quello di imparare a governare i nostri impulsi negativi, trasformandoli in un processo che tenda a migliorarci, prendendo esempio da chi ci appare migliore di noi, anziché demolire le donne-bersaglio, nutrendo nei loro confronti uno sterile sentimento di invidia!

Ecco, quindi un modo alternativo per interpretare l’annoso confronto “Eva contro Eva”: la Shine Theory.

La Shine Theory

La Shine Theory è stata presentata da Ann Friedman nel 2013.

Questa teoria sostiene che, quando una donna incontra una donna intelligente, capace, brillante, insomma – come la definiremmo oggi – una donna smart, dovrebbe stringere amicizia con lei, piuttosto che vederla come una nemica. Potremmo rimanere intrappolate nella convinzione che al mondo ci sia una quantità limitata di brillantezza per le donne e che quindi, se una donna intelligente è al centro della scena, potrebbe sottrarci una parte della luce dei riflettori!

Sarete, invece, piacevolmente soprese dalla scoperta che avere al fianco una donna brillante fa risplendere anche voi! Si tratta di uno splendore che si autoalimenta e cresce sempre più, coinvolgendo, via via, sempre più donne, che ne traggono ispirazione vicendevole. Ne risulta, così, un mondo ricco di donne meravigliose! E se le donne sono smart, anche il mondo è smart!

Giochiamo sempre la carta della collaborazione: a ognuna il proprio posto, con le proprie competenze, anche sul piano professionale, ma traendo spunto dagli aspetti positivi di ciascuna di noi.

Un ultimo consiglio pratico…

Noi donne spesso siamo ambiziose e ci prefissiamo traguardi molto elevati. Dobbiamo trovare un traguardo intermedio e imparare a puntare dritte al nostro benessere, prima che al successo: il successo arriverà di conseguenza!

Un invito spassionato, quindi, a prendervi cura di voi, innanzitutto: siate gentili con voi stesse, dedicatevi cura e bellezza interiore ed esteriore e sappiate che, qualunque cosa la vita vi riservi, un giorno guarderete indietro con soddisfazione, dandovi un’orgogliosa pacca sulla spalla per tutto ciò che siete state capaci di raggiungere, nonostante le difficoltà e i sacrifici.

Un mondo di donne realizzate è un mondo più bello!

W le donne e buona Festa della donna!