Addio contouring, buongiorno, tontouring e draping!

Nulla dura per sempre. Il contouring ormai è passato di moda! Anche Kim Kardashian, nota per il fascino della sua pelle e per la definizione magistrale dei suoi zigomi attraverso questa tecnica di bellezza, ha abbondonato il contouring!

Niente panico! E state pur sicure che Kim non si cimenterà certo in qualcosa di semplice! Se si è lasciata alle spalle il contouring, non significa che non abbia scelto un’altra tecnica! Anziché usare più tonalità di fondotinta e dedicare molto tempo a sfumare i colori, rendendo il viso simile a un puzzle (è proprio questo che si intende con il contouring), Kim si sta rivolgendo a un’altra tecnica di make-up, che dona un effetto molto più naturale, meno artefatto. Ecco a voi il tontouring!

Tontou-cosa? Sembra che, ogni mese, un nuovo bizzarro vocabolo entri nel dizionario per descrivere una nuova esperienza di make-up! Abbiamo, infatti, una insolita parola nel vocabolario della bellezza. La buona notizia è che, per quanto questa parola sia inusuale, la nuova tecnica è davvero molto semplice da realizzare: consente di modellare i lineamenti del viso usando la terra solare e l’illuminante.  Potremmo definirla come una versione moderata del contouring più estremo

La nuova tecnica consente di modellare i lineamenti del viso usando la terra solare e l’illuminante

Come realizzare il tontouring?

All’inizio questa tecnica consisteva nel ridefinire il viso utilizzando l’autoabbronzante. Il termine tontouring fu introdotto da Marissa Carter, fondatrice del famoso marchio di autoabbronzanti Cocoa Brown. Il suo intento era quello di donare al viso un aspetto fantastico, anche senza make-up. Marissa usava l’autoabbronzante per rivelare una carnagione sempre ad alta definizione a lungo. L’idea ebbe successo e, in seguito, molti make-up artist sostituirono l’autoabbronzante con la terra solare! Ecco com’è nato il tontouring!

È semplice da realizzare. Basta avere a disposizione una tonalità piuttosto scura di terra solare, un illuminante e un pennello. Innanzitutto utilizzate la terra per scolpire la linea della mandibola, i lati del naso e la fronte al di sopra delle sopracciglia, per donare al viso un effetto tridimensionale. Potrebbe sembrare difficile, ma vi assicuriamo che basta un minuto!

Usate poi l’illuminante per il naso, il mento e l’area tra le sopracciglia. Questo vi donerà luminosità è farà apparire il viso più giovane, proprio simile a quello di una teenager in spiaggia, con le guance fresche, una pelle tonica e un aspetto rilassato! Potrebbe sembrarvi una tecnica rivoluzionaria, ma davvero non lo è! Pensate al meraviglioso viso abbronzato di Giselle Bündchen o alla briosa tintarella californiana di Gigi Hadid! Pensate che si tratti davvero di abbronzatura? No! Una star non espone mai il viso ai dannosi raggi del sole. La terra solare, invece, è un’ottima soluzione per rivelare un viso fantastico e anche per valorizzarne i lineamenti. Sagge donne… non è vero?

Considerate che non si tratta solo di donare al viso un aspetto solare. L’effetto del tontouring definisce i lineamenti a tutti gli effetti, pur non essendo così pesante come il contouring. E sapete perché? Perché si usa la terra solare, quindi tutto è più leggero e delicato, ovvero più naturale. Un’altra ragione per cui amare il tontouring? Non fa effetto maschera nemmeno molto tempo dopo l’applicazione e non diventa gessoso; e, soprattutto, è perfetto d’estate, quando nessuna di noi apprezza il trucco pesante!

Cos’è il draping?

Potreste aver già sentito questa parola. Si tratta di una sorta di tontouring ancora più leggero. Provate a pensare al tontouring per quelle donne che non amano un aspetto abbronzato, ma che apprezzano un look delicato con guance naturalmente rosate.

Questa tecnica consiste nel definire i lineamenti utilizzando due tonalità di blush. Il risultato è un look delicato, leggero, più fresco e più giovane. Ricorda un po’ i visi cipria degli anni ’70 e ’80. Probabilmente il primo a utilizzare questa tecnica fu il make-up artist Way Bandy, che insegnò come sfumare per valorizzare i lineamenti, senza curare solo la forma del viso. Pensate, ad esempio, a Cher, Brooke Shields, Farraw Facett o alla giovane Jerry Hall nel film “Studio 54”. Tre decadi dopo, Marc Jacobs diede una nuova interpretazione al concetto di colore luminoso, come un modo per esaltare l’espressione naturale del viso. E fu subito apprezzato da tutti, per diventare l’ultimo capitolo della storia del contouring.

Come funziona? È sicuramente più facile da realizzare rispetto al tontouring: basta usare un duo di blush con una tonalità chiara e una scura. Applicate prima la tonalità più scura appena sotto gli zigomi. Quest’azione donerà alle guance una definizione naturale. I toni da preferire sono quelli del rosa, che includono anche il pesca. Poi applicate la tonalità più chiara del blush sulle zone d’ombra, fino all’area delle sopracciglia. Con questo trucchetto, si dissimulano le asperità degli zigomi e si diffonde la luce, per un look naturale. Gigi Hadid (nel suo look invernale) e Kylie Jenner amano il draping. Dona un look naturale ma allo stesso tempo moderno.