3 modi per essere una donna millennial in carriera   

Sempre più predisposte ad assumere posizioni di leadership, le donne del nostro millennio sono oggi decisamente presenti con il loro carisma sul mercato del lavoro. La loro posizione sta cambiando: sostengono le pari opportunità, utilizzano nuove tecnologie nella vita lavorativa e si adoperano per trovare un equilibrio tra la vita privata e il successo professionale. Make your mark: sono le donne che lasciano il segno, gettando le basi di una nuova società.

Numerosi studi confermano che nei prossimi quattro anni, il 25% della forza lavoro sarà guidata dalle donne cosiddette millennial. Sono le donne che cambieranno la cultura del posto di lavoro, che daranno sempre più valore alla flessibilità del lavoro, piuttosto che al livello salariale e che si batteranno per raggiungere il vero equilibrio tra la vita lavorativa e quella privata. Se condividete questi valori, ecco come impostare la vostra vita lavorativa!

Si lavora ad un ritmo diverso

Per cominciare una millennial non rifiuta totalmente un orario lavorativo fisso, ma si chiede perché l’orario di lavoro debba essere rigido! Crede nella flessibilità – ovvero nella possibilità di lasciare momentaneamente l’ufficio nel caso di un’esigenza personale, per poi fermarsi oltre l’orario previso, per recuperare il tempo trascorso fuori. E le ferie non dovrebbero mai essere programmate in tempi fissi e specifici. Non c’è ragione per lavorare ininterrottamente dall’1 al 31 di ciascun mese, tutti i giorni, dal lunedì al venerdì. Una millennial deve poter essere messa nella condizione di concedersi tre giorni di riposo qui, dieci giorni lì, distribuendoli nel corso dei mesi. Desidera sparire per un po’, per poi tornare con le batterie ricaricate, senza interferenze negative!

A una millennial piace pensare di essere il “capo” di se stessa, per poter gestire al meglio il proprio tempo. Il sistema tradizionale non funziona! Per le donne che lavorano in settori in continua evoluzione, come Avon, nel comparto della bellezza, è importante essere in grado di scegliere come organizzarsi in autonomia. In caso contrario, infatti, una millennial non si sente a suo agio e comincia a guardarsi intorno, alla ricerca di un posto in cui il proprio benessere personale possa essere preso in considerazione!

La mobilità è un altro aspetto che caratterizza la visione professionale di una millennial: confida nel trovare il proprio percorso professionale, ovunque se ne presenti l’opportunità, senza porsi limiti di tempo e spazio. Le millennial sono parte di una generazione che sta iniziando a raggiungere posizioni sempre più influenti nel settore degli affari. Allo stesso tempo, è necessario trovare continuamente nuovi stimoli per rimanere focalizzate e sentirsi realizzate nella vita che si sta conducendo e nei sogni che si desidera perseguire!

Le buone ragioni per passare all’azione

Un semplice “Perché è così e basta!” non funziona. Se siete donne millennial, dovete credere in quello che vi viene chiesto di fare. Allo stesso modo, è importante essere in grado di identificarsi con la cultura aziendale nell’ambito in cui siete è inserite. Non si lavora solo per soddisfare le direttive del capo, ma insieme a lui e per voi stesse! Voi stesse siete delle collaboratrici e il consiglio è quello di lavorare in squadra, con il resto del gruppo! Sei siete cresciute in un ambiente democratico, questo è l’unico approccio possibile: la condivisione di idee, la discussione costruttiva per arrivare a una soluzione comune accettata da tutti. È in questo modo che si possono “fare le cose per bene”!

Il successo di un’azienda dovrebbe considerare il benessere dei suoi lavoratori, l’impatto positivo del loro lavoro sulla società e dovrebbe concepire l’attività lavorativa sensibilizzandone la consapevolezza. I risultati finanziari non sono più sufficienti: ora il successo è misurato in termini di importanza e valore attribuito alle risorse umane.

Essere ottimiste e avere uno spirito imprenditoriale

Una millennial è convinta che nulla possa essere raggiunto senza sforzo e perseveranza. Vi hanno insegnato ad analizzare in modo critico le informazioni che ricevete, a guardare al futuro, senza abbassare i vostri standard? È proprio questa la cosa più importante! In conclusione, non è tanto importante quanto denaro si guadagna, ma è fondamentale saper mantenere un equilibrio costante tra il conto in banca, la vita personale e il successo professionale! È per questo che è necessario considerare la possibilità di conciliare vita privata e lavoro, al momento di negoziare un contratto di lavoro. Insomma, la filosofia della millennial è quella di “lavorare per vivere” e non di “vivere per lavorare”.

E, cosa ancora più importante, una millennial desidera e chiede uno sviluppo professionale. È un dato di fatto che il mercato del lavoro sia diventato molto competitivo al giorno d’oggi. Una donna non può accettare di rimanere indietro! Reinventatevi, con l’obiettivo di fare un ulteriore passo avanti e crescere lungo il cammino. Alla fine, le donne millennial sono alla ricerca di un arricchimento personale a ogni livello, per stare meglio e godersi la vita, anche in ambito lavorativo.