13 momenti indimenticabili nella storia della bellezza

È dal principio dei tempi che le donne si prendono cura di loro stesse per sentirsi attraenti, vitali, eleganti e sicure di sé – tutto nel nome della bellezza. Tuttavia il concetto di bellezza è in costante cambiamento, così come le culture che lo definiscono e che ne vengono definite a loro volta.

Siete pronte per un viaggio nel tempo? Ecco un breve excursus attraverso i momenti e le tendenze che hanno fatto epoca, dal 4000 A.C. ad oggi.

1. 4,000 A.C.

Il trucco di Cleopatra era più di un semplice ornamento. Secondo il National Geographic, le palpebre erano pesantemente delineate a protezione delle infezioni. La piccola quantità di sale di piombo contenuta nel kohl, una mistura di grasso animale e piombo, aumentava la produzione corporea di ossido nitrico, che stimolava il sistema immunitario e contribuiva a contrastare i batteri patogeni.

20161013-illustrated-history-cleopatra

2. 1370

La prima fragranza “moderna” fu creata per la Regina Elisabetta di Ungheria. Questa essenza, nota come Acqua di Ungheria, era preparata con oli profumati in soluzione alcolica.

3. 1500

Ancora una regina, questa volta Elisabetta I. Questa sovrana rese popolare l’utilizzo del make-up a corte. Era solita usare piombo bianco e aceto per rendere il viso bianchissimo e una miscela di cera d’api e coloranti vegetali per colorare le labbra di rosso acceso.

4. 1880s

La regina Victoria scoraggiò l’uso del trucco. Lo considerava volgare!

5. 1911

Si diceva che le ciglia finte fossero state inventate dal regista americano David W. Griffith per ampliare lo sguardo espressivo delle attrici nei suoi film muti. In realtà, il brevetto fu concesso a una donna canadese, Anna Taylor, nel 1911. Tuttavia non divennero popolari fra le donne prima degli anni 40.

20161013-illustrated-history-eyelash

6. 1912

Attiviste del calibro di Elizabeth Cady Stanton e Charlotte Perkins Gilman, che sfilarono a New York per la Marcia per il Suffragio nel 1912, mostravano labbra dipinte di un rosso vibrante, a significare libertà e ribellione. Ancora una volta, il rossetto diventa un’icona per le donne.

20161013-illustrated-history-word-bubble

7. 1929

Avon lanciò la sua linea di prodotti make-up in un periodo che avrebbe potuto rivelarsi disastroso: la Grande Depressione. Tuttavia, il lancio fu un successo grazie alle volenterose Presentatrici Avon, che erano disposte a spostarsi per incontrare le Clienti di persona persino nelle zone più rurali e remoto. Oggi alcuni lo definiscono “lipstick effect”, in quanto ci sono studi che dimostrano che nei periodi di crisi economica, molte donne “si affidano” al loro cosmetico preferito per regalarsi un tocco di allegria.

8. 1939-1945

Durante la Seconda Guerra Mondiale, in Gran Bretagna, tutti i cosmetici vennero razionati ad eccezione del rossetto, che si pensava avesse mantenuto alto il morale della popolazione. Le infermiere nelle forze armate erano solite indossare colori vivaci, dato che si credeva il colore potesse avere un effetto calmante sui soldati.

9. 1946

Eva Perón non era solo un’attivista politica e un’innovativa First Lady argentina, ma anche un’icona di stile. I suoi capelli biondo miele erano sempre acconciati in uno chignon folto e impeccabile, creando un effetto #hairenvy (capelli da fare invidia, NdR) nel suo paese e nel mondo, ben prima dell’avvento degli hashtag.

20161013-illustrated-history-bun

10. 1970s

Gli anni 70 sono stati importantissimi per il movimento di liberazione femminile negli Stati Uniti e non solo: la Svizzera finalmente concede il diritto di voto alle donne nel 1971, l’Università di Oxford apre alle donne nel 1972 e negli Stati Uniti passa il Domestic Violence Act, rendendo la violenza domestica finalmente un reato e non una “faccenda privata” nel 1976. Sono stati anni di cambiamento anche per il settore della moda e della bellezza, con Beverly Johnson prima modella nera sulla copertina dell’edizione americana di Vogue.

11. 1980s

Capelli iper voluminosi e spalline imbottite non erano gli unici look in voga nel decennio. Con il lancio di MTV nel 1981, lo stile fiero e sopra le righe delle principesse della musica pop influenzarono il look delle donne in tutti gli Stati Uniti. Ombretti vistosi, eyeliner spesso, guance rosa, labbra piene e sopracciglia incolte… le ragazze vogliono solo divertirsi con il make-up, facendo il verso a una celebre canzone.

12. 2013

Il tifone Yolanda devasta molte zone del Sud Est asiatico, fra cui le Filippine. Riconoscendo il “potere consolatorio” del make-up, il segretario del dipartimento dell’istruzione filippino Armin Luistro lancia un appello per raccogliere prodotti di bellezza da distribuire ai docenti nelle aree colpite dal disastro, a cui Avon risponde donando kit di make-up, che contengono anche rossetti dai colori vivaci. L’azienda commenta così attraverso le parole di Faith Fernandez Aranton, Head of PR and Communications per Avon Filippine. “Avon è orgogliosa del privilegio di avere contribuito, grazie ai propri rossetti, all’iniziativa eroica di questi  insegnanti, pronti a ritornare al lavoro per il bene degli studenti”,

13. 2015

Oggi è il momento del “power brow”, le sopracciglia folte in primo piano, un vero tratto distintivo del viso, come mostra la bellissima Ambasciatrice di Bellezza Lucy Hale per Avon US. Le donne fanno meno ricorso alle pinzette e le sottolineano con matite e polveri, per un risultato di cui essere orgogliose.

Quale sarà il prossimo momento clue per la bellezza? Solo il tempo lo dirà!